Hagakure: il libro segreto dei Samurai – Il libro di Gennaio 2011

Check this post Hagakure: il libro segreto dei Samurai – Il libro di Gennaio 2011 from Blog EfficaceMente:

Yamamoto Tsunetomo – Hagakure: il libro segreto dei Samurai.


Si può imparare qualcosa da un temporale. Quando un acquazzone ci sorprende, cerchiamo di non bagnarci affrettando il passo, ma anche tentando di ripararci sotto i cornicioni ci inzuppiamo ugualmente. Se invece, sin dal principio, accettiamo di bagnarci eviteremo ogni incertezza e non per questo ci bagneremo di più. Tale consapevolezza si applica a tutte le cose.

Hagakure (1, 79).

Per diversi giorni sono stato indeciso su quale libro scegliere per il mese di gennaio. L’inizio dell’anno è un periodo spesso carico di significati: nuovi obiettivi, nuove risoluzioni, nuovi cambiamenti.

Dopo un’attenta riflessione ho scelto un libro che a mio avviso rispecchia appieno questo periodo; un libro che non va letto tutto di un fiato per poi essere dimenticato, ma piuttosto un libro che va consultato giorno dopo giorno, una pagina al giorno, magari come primo gesto del mattino.

Per il mese di gennaio ho scelto l’Hagakure: Il libro Segreto dei Samurai di Yamamoto Tsunetomo.

L’autore

Yamamoto Tsunetomo vissuto tra il 1659 ed il 1721 è stato un militare e filosofo giapponese, ma è stato soprattutto un vero e proprio Samurai della prefettura di Saga nella provincia di Hizen, al servizio del Daimyo Mitsushige Nabeshima, al cui servizio era entrato all’età di soli 9 anni.

A vent’anni conobbe prima Tannen, un monaco Zen che aveva lasciato il tempio locale in segno di protesta per la condanna di un altro monaco, e Ishida Ittei, un letterato confuciano consigliere di Nabeshima esiliato per più di 8 anni per essersi opposto alla decisione di un daimyo. Quando il suo patrono morì nel 1700, Tsunetomo ebbe alcuni screzi con il successore di Nabeshima e decise pertanto di prendere i voti buddhisti con il nome Jōchō e di ritirarsi in un eremo sulle montagne.

Ormai vecchio, tra il 1709 e 1716 raccontò i suoi pensieri a un altro samurai, Tsuramoto Tashiro; molti di questi riguardavano il padre e il nonno del suo patrono, il bushidō e la decadenza della casta samurai nel pacifico periodo Edo. Tashiro non pubblicò il contenuto delle conversazioni avute con Tsunetomo che molti anni più tardi, con il nome collettivo di Hagakure (葉隱 o 葉隠, Hagakure, ovvero “All’ombra delle foglie”).

La trama

Pubblicato per la prima volta nel 1906, ma composto due secoli prima, Hagakure è una delle opere più famose e controverse tramandateci dalla letteratura giapponese. Esso racchiude l’antica saggezza dei samurai sotto forma di brevi aforismi. L’autore, Yamamoto Tsunetomo, vissuto in un’epoca di pace e di conseguente decadenza della figura del samurai, si chiuse in un monastero buddhista, dove per sette anni ammaestrò all’antico codice d’onore il giovane Tashiro Tsuramoto. L’allievo trascrisse le conversazioni avute con il maestro e le raccolse negli undici volumi che compongono “Hagakure”, preziosa testimonianza di un pensiero complesso e positivo, ben diverso dallo stereotipo del kamikaze votato all’annullamento di sé ancora vivo nell’immaginario occidentale. La scelta di aforismi operata dalle curatrici di questo volume mira a far conoscere al pubblico italiano l’attualità e l’universalità dell’etica samurai, e vuole essere un invito alla riflessione e uno strumento per la ricerca interiore.

Come già detto, il modo migliore per leggere questo libro è quello di sfogliarlo una pagina al giorno, nella quiete del mattino e riflettere il resto della giornata su quanto letto. Il libro infatti non ha trama, ma è una collezione di vere e proprie perle della cultura samurai.

Perché dovresti leggerlo

Che tu sia appassionato o meno dalla figura del Samurai, gli aforismi contenuti all’interno dell’Hagakure saranno in grado di trasmetterti ogni giorno un’intensa carica di determinazione, motivazione ed energia.

Alcune delle considerazioni contenute nel libro ti appariranno estreme, ma dopo un’attenta riflessione sarai in grado di apprezzarne la profonda saggezza.

Per me, leggere ogni mattina una pagina dell’Hagakure è stata un’enorme fonte di ispirazione per numerosi anni.

Ps. Se il libro dovesse appassionarti, ti consiglio di guardare il film Ghost Dog, inspirato ad un moderno samurai metropolitano guidato dalle antiche lezioni dell’Hagakure.

Ps. Se stai cercando altri libri di crescita personale li puoi trovare nella sezione Libri del Blog EfficaceMente.

Foto tratta da internet

Finito? Perché non…

Articoli correlati:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: