La matrice delle abitudini

Check this post La matrice delle abitudini from Blog EfficaceMente:

Ovvero come distinguere tra buone e cattive abitudini e come creare buone abitudini più EfficaceMente.


“Siamo ciò che facciamo ripetutamente. L’eccellenza, quindi, non è un atto, ma un’abitudine.”

Aristotele.

Recentemente ho riscoperto uno dei miei autori di crescita personale preferiti: Anthony Robbins, scrittore di best-seller quali “Come Ottenere il Meglio da Sé e dagli Altri” o “Come Migliorare il Proprio Stato Mentale, Fisico, Finanziario“.

Tony Robbins è il classico “guru” motivazionale, figura che mi crea non poche allergie, ma se si è disposti a mettere da parte i pregiudizi e leggere ed ascoltare i consigli di Tony a mente aperta, la nostra vita può essere letteralmente rivoluzionata.

Voglio approfittare di questo articolo per parlarti della matrice delle abitudini: un semplice strumento, appreso attraverso l’ascolto degli audiolibri di Tony Robbins, che può dimostrarsi particolarmente utile per capire quali siano le abitudini che dettano il nostro stile di vita e come migliorarle.

Visto che non amo assimilare qualsiasi cagatona motivazionale senza rielaborarla a modo mio, la matrice delle abitudini di cui ti parlerò prende spunto dall’articolo “La differenza tra piacere e felicità” e si allontana un po’ da quella proposta da Tony Robbins, anche se il messaggio di fondo non cambia:

La matrice delle abitudini

Ogni abitudine, che si tratti di andare a correre al mattino o fumare sigarette, può essere classificata sulla base di due variabili: piacere e felicità. Qualsiasi abitudine infatti ci fà sentire più o meno bene nell’immediato (piacere) e ci fà più o meno bene nel lungo periodo (felicità).

Classificando le abitudini in base a piacere e felicità è possibile individuare 4 classi di abitudini:


Abitudini di classe 1

Queste sono le migliori abitudini in assoluto. Sono quelle abitudini che ci fanno stare bene, ci danno piacere; ma non solo, sono anche abitudini sane, ovvero abitudini che miglioreranno la qualità della nostra vita nel lungo periodo, ovvero ci daranno felicità.

Alcuni esempi di abitudini di classe 1? Praticare uno sport che amiamo, studiare un argomento che ci appassiona, tenere un diario personale, etc.

Abitudini di classe 2

Ho spesso parlato di abitudini di classe 2 all’interno del Blog EfficaceMente. Le abitudini di classe 2 sono tutte quelle abitudini che ci renderanno felici nel lungo periodo, ma che ci costano fatica ed auto-disciplina per essere instaurate nell’immediato.

Ne sono un esempio… svegliarsi presto al mattino, mangiare sano, adottare un metodo di studio efficace, etc.

Abitudini di classe 1 e classe 2 sono quelle che possiamo considerare “le buone abitudini“: alcune sono piacevoli, altre meno, ma entrambe ci aiutano a trovare la vera felicità nella nostra vita.

Abitudini di classe 3

Eccoci arrivati alle cattive abitudini…

Le abitudini di classe 3 sono quelle abitudini che ci danno piacere, anche troppo, ma distruggono la nostra vita nel lungo periodo, ovvero ci rendono infelici.

Qui gli esempi sono lapalissiani: la droga, l’alcol, gli eccessi a tavola, etc.

Le abitudini di classe 3 sono in assoluto le più difficili da debellare. Infatti, anche se siamo consapevoli dei possibili danni nel lungo periodo, non siamo disposti a rinunciare a questi piaceri immediati.

Abitudini di classe 4

Infine vi sono le abitudini di classe 4, ovvero quelle esperienze che non ci danno piacere e che ci fanno del male nel lungo periodo.

Ne sono un esempio i primi contatti con il fumo (alzi la mano chi non ha tossito aspirando la sua prima sigaretta) ed in generale tutte quelle esperienze in cui, per essere accettati dagli altri, ci setiamo costretti a fare qualcosa che sappiamo spiacevole e sbagliata.

Morale della favola…

Quindi fammi capire come stanno le cose Andrè… per essere felice, dovrei rinunciare a tutti i piaceri della vita e diventare una specie di monaco tibetano?!

La matrice delle abitudini può aiutarci a capire 2 cose molto importanti:

  1. Per creare nuove sane abitudini, la forza di volontà è importante, ma è una risorsa limitata; per avere cambiamenti duraturi ed efficaci, dobbiamo imparare a trasformare le abitudini di classe 2 (ci fanno bene, ma sono spiacevoli), in abitudini di classe 1 (ci fanno bene e sono piacevoli). Un esempio? Se ti prende l’orticaria alla sola idea di andare a correre al mattino, cerca dei modi per rendere questa esperienza piacevole: ascolta i tuoi pezzi di musica preferita, trova un compagno per allenarti, etc.
  2. Se, utilizzando la matrice delle abitudini, scopri che gran parte delle tue abitudini sono di classe 3 (sono piacevoli, ma ti fanno del male) o classe 4 (sono spiacevoli e ti fanno del male), forse è arrivato il momento di riflettere sul tuo stile di vita e su quelle che sono le tue convizioni. Sei assolutamente certo che gli unici piaceri della vita debbano essere distruttivi? Le scelte che fai, le fai con la tua testa o con quella dei tuoi amici? Sei disposto a rinunciare a quello in cui credi per essere accettato socialmente? Pensare al di fuori degli schemi può essere uno dei traguardi più importanti del tuo percorso di crescita personale.

E tu? Come hai trasformato abitudini di classe 2 in abitudini di classe 1? In che modo hai rinunciato ad abitudini di classe 3 e 4? Fammelo sapere nei commenti. Grazie.

Foto di tychay

Diventa fan del Blog EfficaceMente su Facebook

Segui il Blog EfficaceMente su Twitter

Perché fermarsi sul più bello? Continua a leggere…

  1. 4 errori da non fare quando vuoi cambiare abitudini
  2. 10 abitudini per cambiare vita (parte 1)
  3. Cambiare abitudini: la tecnica della rana bollita

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: